IL PIANO B


IL PIANO B

Non farti prendere impreparata dalla PIOGGIA!!

Si parla spesso di piano B quando si pensa ad un matrimonio o ad un qualsiasi evento ed è il momento più difficile per tutte le spose, perché non vorrebbero neanche pensarci, il piano B significa pensare che il giorno del proprio matrimonio “PIOVE”.

Oggi però in mondo in cui cerchiamo di avere tutto sotto controllo, ma soprattutto se non vuoi arrivare al giorno del tu fatidico SI con qualcosa di non valutato, tutto deve essere controllato e tenuto sotto controllo.

Quando si sceglie la Location del matrimonio non si può evitare di tenere in considerazione il rischio della pioggia. Anche in estate, si deve tenere presente questo aspetto, perché un temporale improvviso potrebbe mandare all’aria tutto il ricevimento, e soprattutto se non si hanno vari ambienti a disposizione, ci si può ritrovare a fare tutto all’interno di un'unica sala, o ancor peggio a doverlo fare sotto un tendone. La Location per essere funzionale e pratica deve avere quantomeno una sala coperta e climatizzata e delle strutture esterne, che permettono anche in condizioni avverse, di poter svolgere aperitivi e buffet di antipasti senza ricorrere a soluzioni avventate.

Il rischio pioggia o temporale improvviso non è l’unico elemento per ricorrere al piano “B”, si possono verificare disagi anche in caso di vento o di una giornata particolarmente afosa stare sotto gli ombrelloni diventa uno stress per tutti. Meglio optare per una Location che abbia anche delle sale interne. Pur troppo negli ultimi anni le cose sono cambiate siamo soggetti anche a temporali improvvisi che fino a qualche anno fa il nostro clima non ne era caratterizzato, quindi bisogna tenerne conto di tutti questi cambiamenti climatici, che a volte si verificano anche all'improvviso e che non danno modo di risolvere con la giusta tempestività (se sono improvvisi). Quindi tutto ciò ci fa capire che il piano “B” non bisogna non prenderlo in considerazione, ma bisogna studiarlo e tenere bene a mente con la soluzione più giusta senza che il matrimonio diventi di serie “B”.

Quando stai facendo un sopraluogo non sai cosa realmente chiedere e vedere, perché per te è la prima volta che ti sposi e quindi è difficile azzeccare le domande giuste e guardare nella direzione giusta. Può succedere che una bellissima Location colpisce per gli ampi spazi verdi e una favolosa piscina, ma se poi si chiede la soluzione in caso di pioggia, vento o qualsiasi altra avversità, le risposte sono del tipo, “non pensateci è estate, deve piovere proprio quel giorno, nel caso vediamo”. Da tenere bene a mente se come soluzione si propone   il montaggio, in caso di bisogno, di una tensostruttura, oltre a una estetica completamente diversa da quella immaginata nel bellissimo giardino c’è anche un aumento dei costi e quindi un cambiamento di budget del matrimonio.

Adesso che ti ho aperto gli occhi sul tanto temuto piano B, e finalmente hai capito che è meglio calcolarlo e prenderlo in considerazione prima di ogni altro elemento, perché è meglio avere la soluzione giusta e magari non utilizzarla che ritrovarsi all’ultimo momento a correre sotto l’acqua con i piatti in mano pieni di cibo.

P.S. Continua a seguire il mio blog, leggendo gli articoli già pubblicati e in più ti anticipo che nei   prossimi giorni pubblicherò un nuovo articolo con altre dritte e curiosità sempre sulla scelta della Location giusta.